giovedì 31 gennaio 2008

Coppa mielosa di frutta cotta e datteri


Ditemi che nessuno avanza mai una confezione di datteri a Natale e se li rigira fra le mani fino ad inizio marzo senza sapere bene cosa farsene? Bhe l'idea di questa ricetta è partita tutta da questo e il risultato non è parso neppure tanto male, sostituisce in un colpo il dolce e la frutta...ed è anche decisamente semplice da fare

Dunque dunque gli ingredienti sono (sperando questa volta di non dimenticarne nessuno ;-)) )
2 mele
2 pere
50 gr di miele
mezzo cucchiaino di cannella in polvere
50 gr di datteri
25 gr di uvetta

Sbucciare e privare del torsolo i frutti, tagliarli a pezzettini ed aggiungerli in un pentolino con 50 cl di acqua già portata a bollore; unire il miele, la cannella, l'uvetta e i datteri senza il nocciolo e cuocere fino a che il composto non sarà morbido. Servire tiepido.

lunedì 28 gennaio 2008

Torta ai mandarini con riduzione di marmellata d'arance


Ed ecco arrivare la prima ricetta dolciaria di questo blog, a casa nostra per colazione purtroppo non si dedica tantissimo tempo forse perchè si è sempre di fretta... e con la merendina confezionata pronta che sbaraglia spesso ogni altro buon proposito e che la fa da padrone.
Ma quando c'è una torta ed è anche veloce veloce da preparare, con un fascino e un sapore invernale...bhe il tempo magicamente si trova....
Ottima per la colazione e simpatica da offrire con una riduzione di marmellata di arance per renderla più stuzzicante!!

Ingredienti:
3 mandarini non trattati
2 uova
150 gr di zucchero
8o gr di olio di semi (o di cereali)
200 gr di farina
una bustina di lievito

Frullare ad alta velocità i mandarini interi compresa la buccia, aggiungere uova e zucchero ed amalgamare per un paio di minuti. Aggiungere la bustina di lievito e la farina fino ad ottenere un composto omogeneo.
Infornare per 40-45 minuti a 180°

Per la riduzione di marmellata di arance
100 gr marmellata
una spolverata di cannella in polvere
50 cl di acqua
un cucchiaio di Grand Marnier o Cointreau
Ridurla scaldandola in un pentolino

giovedì 24 gennaio 2008

Risotto al radicchio e prosciutto cotto


Riecco un risotto contraddistinguere una nostra cena.. sarà che dall'ultimo censimento della dispensa sempre perennemente piena il riso aveva raggiunto una scorta più grande del voluto (forse anche perchè il biellese è vicinissimo alle vaste risaie piemontesi :-)) ) e con somma nostra volontà si è deciso di cucinarlo con maggior intensità del solito. La ricetta nasce un po' da un'improvvisata da ingrediente casualmente in frigo e da una lettura veloce su alcuni libri di ricette simili per uno o l'altro ingrediente.
Come il risotto al barbera il colore che il riso acquisisce durante la cottura è un po' rosato e poco "fotogenico" ma davvero il gusto è delicato e buono..ecco la ricetta:

Per due persone:
160 gr di riso
uno scalogno
100 gr cubetti di prosciutto
1 cespo di radicchio

Preparare il soffritto con lo scalogno e aggiungere il prosciutto per renderlo croccante in superficie - tostare il riso e quando è ben caldo sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco.
Iniziare la cottura con il consueto brodo vegetale e dopo qualche minuto aggiungere il radicchio tagliato a striscioline - ultimare la cottura del riso, spegnere il fuoco e mantecare con una noce di burro.

lunedì 21 gennaio 2008

Risotto al barbera con salsiccia e fagioli borlotti

Un piatto che di leggero ha poco ma che ben si sposa con una domenica di gennaio quando l'aria frizzante e nebbiosa ancora chiama un piatto strutturato e corposo e la freschezza dei menù primaverili pare ancora tanto lontana..

Era da qualche tempo che volevamo provare un risotto al vino rosso e la salsiccia troneggiava simpaticamente nel nostro frigo..bhe perchè non unire tutto con dei fagioli borlotti (anche se in scatola ma pur sempre borlotti ;-))

Ingredienti x 4 persone:

320 gr di riso carnaroli
un bicchiere e mezzo di Barbera
1 scalogno
250 gr di salsiccia fresca
250 gr di fagioli borlotti

Preparazione:
Rosolare la salsiccia e lo scalogno a parte e annaffiare con il bicchiere di vino rosso
Nella risottiera tostare il riso per 2 minuti in pochissimo olio ben caldo - incorporare la salsiccia preparata ed iniziare la cottura del risotto unendo poco alla volta del brodo vegetale; a circa 2 minuti da fine cottura aggiungere i fagioli borlotti.
Spegnere il fuoco, mantecare con burro e servire accompagnato dal barbera utilizzato per la preparazione.

martedì 15 gennaio 2008

... e un branzino per continuare!!


Si rimane su argomentazioni di mare..e che c'è di meglio di un filetto di branzino o che a dir si voglia spigola?

Io sono talmente galvanizzata dall'idea di pubblicare una ricetta sul blog che stasera Fico secco si è mangiato un piatto un po' freddino ed attardato un po' troppo nella preparazione.. ma il divertente è anche questo no??

Filetto di branzino al cumino e cipollina con riso basmati in salsa di curry

Mentre lessate il riso ( circa 5o gr per ogni porzione) preparate in una ciotola la salsina con cui condire con succo di mezzo limone, 1 cucchiaino scarso di curry, sale q.b. e 8o cl di olio extravergine di oliva
Nel frattempo in una padella unta con olio fare cuocere 4 filetti di branzino spolverizzati di semi di cumino ed erba cipollina (sarebbe ideale quella fresca - noi abbiamo utilizzato quella secca)
Impiattare il filetto e il riso con il coppa pasta condendo entrambi con la salsina al curry.
Da provare anche con filetto di cernia... ottimo!!

Ps: in dispensa regna sovrano uno stoccafisso... avremo mai il coraggio di cucinarlo per la prima volta???

lunedì 14 gennaio 2008

Un gamberetto per iniziare........


Giorni per pensare alla ricetta perfetta per aprire un blog...pensieri e prove...valutazioni e foto sempre un po' più scure del desiderato.
Forse il segreto è quello di iniziare a postare una ricettina, forse non sarà quella perfetta ma è parsa nella sua semplicità squisita e sfiziosa!
Ma prima andiamo alle presentazioni:
Fico: rara simpatia in un unico condensato di fico.. praticamente unico!
Uva: ogni acino una sfaccettatura..viola o bianca sempre rotonda ed in perenne movimento

Gamberetti brisée alle spezie

16 code di gambero sgusciate
1 rotolo di pasta brisée
semi di finocchio
curry
sesamo
aneto
un tuorlo

Scottare le code di gamberetto acquistate al banco pesce per una manciata di minuti in acqua bollente; nel mentre tagliare il cerchio di pasta brisée in 16 spicchi (Uva promette che a breve ci cimenterà nella produzione di brisée fatta a mano) - arrotolare il gamberetto nella pasta lasciando uscire l'estremità della coda.
Spennellare con rosso d'uovo leggermente allungato con acqua e cospargere con le 4 spezie (semi di finocchio-curry-sesamo-aneto)
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti
Servire con maionese e salsa rosa..questa si..fatta in casa!!

sabato 5 gennaio 2008

Son cose che succedono......

"Siamo nel paese della frutta. C’è un’Uva cattivissima e molto prepotente che va’ in giro.

L’Uva incontra una Mela:
- Mela spostati, sennò ti sparo…
- Si, si… scusami, passa pure…
L’Uva continua a camminare… Dopo un po’ incontra una Pera:
- Pera spostati sennò ti faccio nera…
- Per l’amor del cielo! Ecco mi sposto subito, scusami…
E così avanti superando ed impaurendo tutta la frutta e gli ortaggi che si spostano al procedere di questa Uva cattivissima e prepotente, fino a che…
- Fico spostati altrimenti…
Il Fico che voleva fare il fico:
- No non mi sposto, non mi fai paura Uva..
- Vuoi fare a botte? Levati di mezzo!
- No, non mi fai paura…
- Guarda che ti sparo! - estraendo un pistolone.
- Non ci credo… non mi prenderai in giro come gli altri…
- Ah si? B A N G!! Aaaahhhh…
Morale: Fico secco, Uva passa!"