domenica 30 marzo 2008

Caponet di verza


Fico&Uva offline... ecco come la linea adsl ha deciso di abbandonarci per una qualche sua necessità di vacanza oppure le abbiamo fatto qualcosa che non le andava ..fatto sta che ormai dieci giorni fa noi rientriamo in casa e lei invece non c'era più!!
Nulla da fare, subito sono iniziati i nostri forsennati tentativi per farla ritornare quanto prima ... le nostra speranze sono state presto disilluse da diversi operatori di call center che ci hanno diagnosticato problematiche sempre differenti...disallineamento del server ??!!?? mancanza di segnale ??!!?? sicronizzazione a singhiozzo??!!? Insomma chi + ne ha più ne metta..
E oggi poi magicamente è ricomparsa così come se n'era andata, sorniona si è illuminata la luce e finalmente Fico&Uva sono nuovamente onnnlineeeeeeee!!!
Abbiamo tante ricette pronte, questa è di realizzazione quotidiana ed è nata per fare la festa ad una bella verza aquistata per dare un ultimo saluto alle verdure tipicamente tardo-invernali... mia nonna, nonna uva, li preparava e adesso la sfida sarà quella di riuscire a replicare anche solo in parte quel gusto che a lei riusciva sempre!

Caponet di verza

Ingredienti
Foglie di verza
Carne trita
Salame cotto
2 uova
30 gr di parmigiano
2 cucchiaini di prezzemolo
1 cucchiaio di pangrattato
sale e pepe

Fate cuocere a vapore le foglie di verza per ammorbidirle - circa una decina di minuti
Cuocete la carne con il salame (circa 330 gr in tutto), raccogliete il composto in una ciotola con gli altri ingredienti e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.
Utilizzate le foglie per creare dei fagottini di verza con il ripieno che avete appena preparato, aiutandovi se necessario per tenerli chiusi con uno stuzzicadenti o spago da cucina
Friggeteli in olio caldo e serviteli. Buoni anche freddi!
E poi la suprema verza ha pronto anche un bis... lo vedrete nei px giorni!!

martedì 18 marzo 2008

Succo di frutta alla pera


Fico e Uva mangiano pochissima frutta...
Salvo fatta questa premessa gli escamotage si sono moltiplicati fino a giungere a questa "innovativa" versione di succo di frutta fai da te dove è davvero la frutta la protagonista principale, senza surrogati e senza troppi zuccheri aggiunti...noi lo prepariamo con il bimby, sinceramente non sapremmo dirvi se è fattibile con un normale frullatore e fornello per lo sciroppo...

Succo di frutta alla pera:

8oo ml di acqua
50 gr di zucchero di canna
4 pere
succo di un limone

Fare lo sciroppo con l'acqua e lo zucchero nel bimby per 10 minuti a 100° velocità 1 - unire la frutta precedentemente sbucciata e tagliata a pezzettoni ed il succo del limone - portare lentamente da velocità 1 a vel.7 e successivamente a vel Turbo per un minuto.
Imbottigliare e riporre in frigo.
Consumare ad esempio nel corso di una colazione..... ma che buono che è??

giovedì 13 marzo 2008

Mini-madeleine


E' classico di Uva.. quando entra in fissa con una nuova cosa non fa altro che parlarne e pensarci ..fino a che io, Fico, rassegnato ormai all'idea, l'ho accompagnata finalmente nel negozio di casalinghi per l'acquisto di una nuova teglia per la nostra cucina: eccoci dunque pronti a sfornare le nostre prime madeleines..

Uva: anche la scelta della teglia è importante, io scarto subito il silicone perchè quando cucino qualcosa trovo che poi resti nel preparato un retrogusto di plastica (mahh sarò solo io a sentirlo??!??)... quindi antiaderente per forza.. e poi mini-madeleine oppure madeleine formato piccole brioches? Ma ceeerttoooo andiamo sul difficile.. e sia.. MINIMADELEINE!!

Fico: e poi la ricerca della ricetta perfetta e le numerose prove .. come in ogni cosa bisogna prenderci la mano e queste mini-madeleine sono difficilissime da sformare senza distruggerle mentre si tolgono.. al terzo tentativo e con la ricetta più affine al risultato che volevamo - presa dal blog Casa dolce Casa -- la soluzione è solo una: calma e imburramento ed infarinamento della teglia impeccabile e soprattutto senza fretta!!

Ingredienti:
50 g di farina
50 g di zucchero
50 g di burro fuso
1 uovo
mezzo cucchiaino di lievito
vaniglia od essenza di fiori d'arancio

Dopo aver lavorato tutti gli ingredienti con l'ausilio di fruste magari elettriche per qualche minuto riporre il contenitore in frigorifero per lasciare riposare il tutto per almeno un'ora. Il riposo agevola la formazione della gobbetta tipica della madeleine.
Con un cucchiaino prendere una punta di composto e metterlo nello stampino (non + di tre quarti) - infornare in forno già caldo a 180 gradi per 10 minuti.

domenica 9 marzo 2008

Tortine al Lemon Curd


E così siamo ufficialmente in ritardo per il post della festa della donna.. ieri sera tutti allegri ci apprestavamo a pubblicare la ricetta in giallo ma blogspot aveva deciso di fare le bizze!
Ma non ci scoraggiamo e anche se non riusciremo più a partecipare all'iniziativa di Fiordisale e Zorra la nostra ricetta la postiamo lo stesso! ... e se ci accorgiamo che abbiamo avuto la stessa idea dell'ideatrice... bhe che dire.... buffo il destino!!
Abbiamo trovato dei bellissimi limoni non trattati e il provare a fare il lemon curd ci stuzzicava da un po', Fico inoltre ne è golosissimo e lo mangerebbe a cucchiaiate - inoltre ancora presente nel freezer un ultimo pezzo di frolla surgelata (promessa .. non la compreremo +, adesso con un blog di cucina la faremo in casa nooo??) ed ecco saltare fuori delle goduriosissime Tortine al Lemon Curd!!

Ingredienti
225 gr di zucchero
buccia di un limone
succo di due limoni
50gr di burro morbido
3 uova

Noi abbiamo utilizzato il bimby per la preparazione: inserire nel boccale lo zucchero e la scorza del limone e frullare a velocità turbo per un minuto.
Aggiungere 50 gr di burro morbido e il succo di due limoni 60 gradi 2 minuti velocità 4
A questo punto inserire le uova - 4 minuti 80 gradi vel5.
Mettere nei vasetti e lasciare raffreddare.
Nel mentre cuocere negli stampini la frolla per circa 15 minuti a 180° appoggiando sulla superficie dei fagioli affinchè la pasta non gonfi - sfornare, raffreddare e ricoprire con il lemon curd.

lunedì 3 marzo 2008

Omelette prosciutto e formaggio


Accettiamo di buon grado l'invito della nuova amica Cannelle per un pic-nic di inizio stagione in questi giorni in cui la temperatura ci fa assaporare una primavera anticipata.
Beh cosa possiamo portare noi?? Ci abbiamo pensato e abbiamo deciso per un'omelette..
Nonostante io, Uva, sia una vera appassionata di uova mi sono resa conto di non aver mai cucinato la classica omelette "baveuse".. tantissime frittate al mio appello, uova al tegamino ..uova sode e uova alla coque...ma omelette no!! Aiutati da un giornale in edicola questa settimana con uno specialissimo proprio sulle uova ecco qui la nostra ricetta veloce primaverile e gustosissima!!!

Ingredienti per due

3 uova
25 gr di burro
50 gr di formaggio tipo emmentaler grattuggiato nei fori larghi
cubetti di prosciutto cotto
1 cucchiaio di latte
sale e pepe nero

In una ciotola sbattete brevemente con il dorso della forchetta le uova con il latte, sale e pepe cercando di amalgamare tuorli ed albumi senza però romperli troppo. In una pentolina con un diametro di 20 25 cm sciogliete il burro e versate le uova, mescolatele per qualche secondo affinchè cuociano omogenee.
Proseguite nella cottura alzando i bordi e facendo scorrere al di sotto l'uovo ancora crudo, quando la parte sottostante risulta appena rappresa disponete il ripieno . Attenzione non cuocete troppo l'omelette che deve risultare "baveuse"alla francese cioè con una percentuale di uovo non ancora rappresa.
Ripiegate i bordi, cuocete ancora per trente secondi e servite!