lunedì 29 novembre 2010

Mulled cider

Novembre ci sta per lasciare e già le scatole con le decorazioni di Natale bussano da dietro la porta per avere il loro posto d'onore in casa.
Sarà speciale guardare le lucine e le decorazioni con gli occhi di Uvetta che già non riesce a trattenersi dallo sbirciare nei primi pacchi che si aprono in salotto.
In queste corte giornate cerchiamo atmosfere di festa, fatte di profumi colori e sapori abbiamo preparato questo sidro e la casa ha assunto meravigliose note di spezie e cannella... proprio quello che ci serviva!

Mulled Cider


Mulled Cider


1/5 litro di succo di mela bio
2 stecche di cannella
1 cucchiaino di chiodi di garofano
2 fette di arancia non trattato con buccia
2 fette di limone non trattato con buccia

per addolcire un po' aggiungere zucchero di canna a piacere...

Non vi resta che mettere un bollitore sul fuoco e attendere che nella vostra casa si diffonda un profumo delizioso, dopo un quarto d'ora filtrate e assaporate questa delizia dei sensi.
Grazie dell'ispirazione mammagiramondo.

La fantasia è il dono prezioso dei bambini....

Dietro le tende...

quando anche una tenda può diventare in un attimo un sipario per un divertente cu cu!

.. Uvetta fa cucu

mercoledì 17 novembre 2010

Funghi, funghi rossi e funghetti portafortuna!

Se cammini nel bosco e hai l'occhio attento ti può capitare di avvistare in mezzo all'erba ormai secca dei deliziosi funghetti rossi, puoi immaginare che siano la casa di qualche gnomo indaffarato che sentendo il tuo passo si è allontanato in fretta in fretta... puoi sederti li accanto ed osservare quanto la natura possa essere meravigliosamente perfetta.

Funghetti nell'erba

Funghetto Rosso

Fungo Rosso


Se sei seduta al tuo pc mentre leggi i blog che ti accompagnano ogni giorno con i loro racconti e le loro foto, puoi imbatterti in un altrettanto delizioso funghetto che, grazie ad una fortunata serie di eventi, arriverà a casa tua "volando" in una meravigliosa bustina con uccellini disegnati e che ora è un portafortuna molto amato. Grazie cara Francesca!

Funghetto Certain Creatures

Se sfogli le ricette che compongono la tua lunga lista da fare e ne trovi una che ti colpisce e ti attrae e ha come ingrediente principale proprio il fungo che tanto oggi ci ha ispirato ... ecco non ci resta che far altro che prepararla personalizzandola un po' a nostro gusto. Grazie Aurore!

Tortino polenta funghi e fontina



Tortino polenta&funghi

pasta sfoglia un rotolo oppure per i più volenterosi fatta in casa
500 gr di funghi porcini
4 cucchiai di polenta taragna
1 cucchiaio di farina
2o gr di burro
30 gr di parmigiano
200 ml di latte
olio
prezzemolo, sale e pepe

Iniziate pulendo, tagliuzzando e cucinando i funghi con un cucchiaio di olio in una padella antiaderente e poco prima della fine cottura aggiungere prezzemolo sale e pepe.
Preparate la base della sfoglia bucherellandola con la forchetta.
In un pentolino sul fuoco sciogliete il burro, mettete la farina bianca e versate il latte a filo continuando a mescolare. Aggiungete la polenta taragna e tenete sul fuoco per altri 5-6 minuti fino a che non si è addensato; spegnete e lasciate riposare un attimo.
Quando il tutto è ormai tiepido spalmate la crema di polenta sulla base di sfoglia ed infornate per 10 minuti a 180°, aggiungete i funghi e la fontina a pezzetti ed infornate per altri 7-8 minuti.
Si possono preparare anche delle delizose tortine monoporzione.

mercoledì 10 novembre 2010

Pomeriggio autunnale

Le giornate sono corte ed il buio arriva in fretta; la piccola Uvetta è carica di voglia di scoprire e di fare ma la poca luce e la complice pioggia novembrina non danno spazio a grandi avventure.
Restiamo così un po' sonnolenti e nervose a ricercare un nuovo libro da sfogliare, una nuova canzoncina da ballare o di un foglio bianco da scarabocchiare e non vogliamo saperne di fare il pisolino pomeridiano... allora saliamo in auto e cominciamo a vagare nei dintorni fino a che la piccola Uvetta non cade in un sonno ristoratore ed io Uva mi godo la meritata mezz'ora di pace posteggiata sotto un albero che, umido di pioggia, fa cadere le sue ultime foglie.

Intanto un po' di aria sul balcone anche per la piccola Babette...

Guarda chi c'è


Al ritorno accendiamo il forno, ci piace tanto in questo periodo, ed inforniamo un tortino per la cena mentre aspettiamo Fico cantiamo un ormai noto motivetto...ticche tacche ticche taaa il nostro ballo è troppo bello....


Tortino di spinaci e ricotta al forno

spinaci freschi
5 uova
250 gr di ricotta fresca
sale pepe e parmigiano grattuggiato
emmenthal

Tortino ricotta e spinaci

Preparate gli spinaci in un tegame con un cucchiaio di olio e un poco d'acqua fino a che non saranno cotti.
Sbattete nel frattempo le uova con pamigiano e la ricotta fresca, unite l'emmenthal grattuggiato e aggiustate di sale e pepe.
Sminuzzate gli spinaci intiepiditi ed uniteli al composto prima di versare tutto nello stampo precedentemente imburrato e sploverizzato di pan grattato.
Infornate per 40 minuti in forno caldo a 180°.

lunedì 1 novembre 2010

Lingue di gatto ...stregato!

La festa tanto attesa, tanto progettata è passata veloce come un battito di ali di pipistrello.. tante streghette fantasmini e scheletri hanno creato un vortice di allegria e simpatia per tutto il pomeriggio di ieri!
Adesso abbiamo già un po' di nostalgia ma con la mente viaggiamo alla prossima festa da organizzare in cui ci troveremo tutti insieme a divertirci!

Ad accogliere all'entrata i piccoli ospiti un'Uva agghindata per l'occasione da strega:

Strega

Ed un'Uvetta vestitasi da zucca che gioiosa inscenava una danza con il mio cappello...

Uvetta Zucchetta

... Fico intanto si dilettava in scatti a ricordo dell'allegra giornata trascorsa.

Chiudiamo il nostro Halloween 2010 con una preparazione che ci allettava da un po'...le lingue di gatto... di gatto stregato of course ;-) - ma Babette questo non lo deve sapere!!!


Lingue di gatto stregato


Lingue di gatto stregato


Preparazione

2 bianchi d'uovo
50 gr di zucchero a velo
50 gr di burro
50 gr di farina
vanillina

Il burro a temperatura ambiente va lavorato con lo zucchero a velo fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, aggiungete poco alla volta la farina setacciata e la vanillina, per ultimo i bianchi di uovo continuando a mescolare.
Otterrete un bell'impasto fluido perfetto per essere messo in una sac à poche - a questo punto in una teglia ricorperta di carta forno formate dei bastoncini di 6-7 cm tenendoli ben distanziati fra loro visto che in cottura si appiattiranno acquisendo la classica forma che tutti conosciamo.
Con il nostro forno già caldo a 180° li sforniamo perfette in 7 minuti... diciamo che vanno guardate a vista (con queste quantità abbiamo infornato 4 teglie)!