domenica 13 marzo 2011

Il mondo riflesso a Venezia

Ieri ed oggi sono state giornate piovose, acqua che scende battente e luce grigia contraddistinguono questo sabato e domenica di inizio marzo dove la primavera stenta a presentare i segni del suo arrivo.

Giallo e pioggia

La cosa che amiamo di più della pioggia sono le pozzanghere per saltarci dentro quando uno sprazzo di cielo cede al sereno e dall'alto non scende più nulla, è proprio in quel momento che si può uscire per godere dello spettacolo del mondo bagnato e pulito, con l'aria fresca che sa di umido e per sognare guardando il mondo riflesso al contrario.

Vicky

Pozzanghere

La nostalgia per una città come Venezia in questi momenti è tangibile, Vicky l'Uvetta non c'è mai stata ma siamo convinti che dall'alto dei suoi due anni saprebbe già apprezzare l'incanto e la magia di una città unica che si può guardare sia di dritto che di rovescio per l'appunto.

Oggi Venezia la mettiamo nel piatto con una ricetta che ci ha divertito e che ci ha permesso di gustare due ingredienti che mai avevamo avuto modo di incontrare nei nostri percorsi gastronomici: i fasolari (molluschi tipici della laguna) e le canocchie (crostacei madreperlacei e simpatici)

Tagliatelle con carciofi , polpa di canocchie e sautè di fasolari

Tagliatelle fresche per 4 persone
2 carciofi (preferibilmente i carciofi violetti di S.Erasmo)
1 cipolla bianca di Chioggia
12 canocchie
un sacchetto di fasolari
olio evo
sale e pepe
prezzemolo

Venezia nel piatto: gli ingredienti

Pulire i carciofi fino a lasciarne solo la parte più tenera, tagliarli molto sottili e farli saltare in una padella antiaderente con la cipolla già imbiondita.
Nel mentre cuocere a vapore le canocchie per una decina di minuti - tenerne 4 per la decorazione dei piatti le altre incidetele con la punta affilata di un coltello per ricavarne la poca ma gustosissima polpa bianca che unirete poi ai carciofi.

I fasolari meritano un trattamento più lungo in quanto è necessario spurgarli dalla sabbia in acqua salata che andrà cambiata spesso. La procedura necessita di almeno un paio d'ore, anche tre. A questo punto i fasolari possono essere saltati in padella con poca acqua e il succo di mezzo limone, coprite con un coperchio per alcuni minuti e le valve si apriranno (buttate i fasolari che non si saranno aperti).
Tenete da parte i più belli e sgusciate gli altri che verranno uniti ai carciofi e alla polpa di canocchie.
Cuocete la pasta e toglietela dall'acqua un minuto prima che sia cotta, saltatela nella padella con tutti gli ingredienti, aggiungete generosamente prezzemolo e un filo di olio evo.
Impiattate utilizzando le canocchie e i fasolari interi a contorno della pasta.

Venezia nel piatto

Con questa ricetta partecipiamo al concorso di Giallo Zafferano: Venezia nel piatto.

28 commenti:

  1. Bellissime foto, soprattutto la prima, cromatica, essenziale.
    Anche la ricetta sembra ottima...peccato che io non mangi pesce et molluschi, ma le foto sono comunque belle e colorate:-)

    RispondiElimina
  2. Mamma mia che bontà questo piatto!!!
    Bellissime le foto, ma io adoro quella di Uvetta!!! :)

    RispondiElimina
  3. Con una cosa simile mi viene fame anche dopo cena

    RispondiElimina
  4. Grazie della tua visita e piacere di conoscerti con questa gustosa ricetta! Mi iscrivo come tua sostenitrice, così non ti perdo di vista; hai voglia di contraccambiare??? Bacioni, alla prossima. . .

    RispondiElimina
  5. Buongiorno!!è un piatto spettacolare complimenti!!!buona settimana

    RispondiElimina
  6. Una ricetta meravigliosa come bello è il tuo blog. Da oggi ti sostengo anche io, piacere di conoscerti

    RispondiElimina
  7. che foto splendide e che ricettina che hai tirato fuori uè, compliments!!! :)

    RispondiElimina
  8. ciao, colgo l'occasione per invitarti a partecipare al mio primo contest di ricette di primi piatti dal titolo "SAPORI E COLORI DEL MEDITERRANEO"(http://primopiattoquasifatto.blogspot.com/2011/03/sapori-e-colori-del-mediterraneoil-mio.html)

    RispondiElimina
  9. Buongiorno!!ti auguro una splendida giornata.ciaoo

    RispondiElimina
  10. ma quanto mi piace il tuo blog..ricco di ricette e soprattutto di pensieri bellissimi da leggere....io ho gia' copiato la torta di vicky..la tua uvetta...bellissima!....e' stato un piacere "scoprirvi!!!vi seguiro' con simpatia,bacibaciotti

    RispondiElimina
  11. adoro le cannocchie e con queste foto mi è venuta una fame! :P

    RispondiElimina
  12. Ho proprio voglia di un bel piatto di pesce! Mia mamma non sa cucinarlo tanto quindi anch'io sono un pò imbranatina su questo versante! Se solo sapessi fare quei bei piatti di antipasto che fanno ai ristoranti..
    Questa tua proposta sembra alquanto buona... mi sembra di sentirne il profumino!!! mmmm
    ;)
    passa una buona giornata
    Francesca

    RispondiElimina
  13. Venezia l'ho vista solo d'estate, in effetti d'inverno dev'essere bellissima, forse anche più del solito. Dovrò farci un pensierino ;-)

    RispondiElimina
  14. Avete spolverato i nostri ricordi di Venezia ... una meravigliosa gita con pioggia, ma mooolto romantica :-)
    Delizioso primo piatto, celebrato con invitanti scatti!

    RispondiElimina
  15. Delizia sopraffina...un connubio perfetto di sapori e colori...cosa si puo' volere di piu'?Complimenti vivissimi!!!

    RispondiElimina
  16. Un piatto davvero da chef e foto meravigliose!!baci imma

    RispondiElimina
  17. ma che belle foto
    e poi questo piatto
    mette appetito
    complimenti
    ottima scelta
    baci katya

    RispondiElimina
  18. ma che belle foto
    e poi questo piatto
    mette appetito
    complimenti
    ottima scelta
    baci katya

    RispondiElimina
  19. Che piatto pieno di sapori e profumi ! E i carciofi di sant'Erasmo... che voglia di mangiarli !!!! Ciao !

    RispondiElimina
  20. Speriamo che questa ricetta ci porti fortuna e soprattutto lontano.. a Verona e perchè no.. a Venezia sul serio... Stiamo a vedere!
    Un bacio a tutti!

    RispondiElimina
  21. Mia cara ogni volta mi perdo nello splendore delle tue foto e dei tuoi piatti. Per me hai già vinto...

    RispondiElimina
  22. bellissime foto!
    e delizioso questo blog.. non possiamo non seguirti ;)
    passa a trovarci!
    baci
    MMM
    www.modemuffins.blogspot.com

    RispondiElimina
  23. che cattiveria postare queste bontà :)

    RispondiElimina
  24. bellissimo Piatto e presentato splendidamente..per non dire il tuo brasato al barolo.. ti seguo e non mi scapppi più

    RispondiElimina
  25. Grazie a tutti...siamo ancora in attesa di sapere se fare o meno le valige per Verona ;-))

    RispondiElimina
  26. nINTE VALIGE PER Verona ma un'altra bella soddisfazione, scopro oggi che anche il vostro piatto sarà presentato in un ristorante veneziano .. complimenti ed in bocca al lupo,speriamo di vederci alla serata di gala!Un bacione

    RispondiElimina