mercoledì 30 novembre 2011

Il falsomagro alla maniera di Nonna Fico

Come mai gli originali tendono sempre ad essere migliori delle copie?

falsomagro_nonna

Nonna Fico detta NonnaMim-mia da Vicky ha certi cavalli di battaglia da far impallidire chiunque, in un passato non troppo remoto alcune ricette ci sono state dettate, ma replicate lontane dalla sua supervisione  non sono state all'altezza dell'originale. Perchè?
Il motivo è semplice da spiegare, le ricette non sono solo un elenco più o meno preciso di ingredienti e procedimenti, l'ingrediente segreto è anche la gestualità e la passione che ci si mette a preparli e su certe cose proprio non si scappa.
Urgeva una soluzione drastica: domenica mattina era già tutto pronto per la preparazione a 6 mani del "falsomagro" più amato dalla famiglia intera, il meglio noto polpettone, che ha preso forma sotto i nostri occhi, passaggio dopo passaggio, ingrediente dopo ingrediente, con spiegazioni accurate e tanta pazienza.
Abbiamo trascritto tutto minuziosamente e scrutato con grande attenzione, abbiamo cucinato insieme ed il risultato è stato al pari all'originale perchè Nonna Mim-mia non si è certo risparmiata e ci ha svelato l'ingrediente segreto per rendere il suo falsomagro speciale: l'amore per chi si cucina.


Il falsomagro alla maniera di Nonna Fico  

 Passaggi

Ingredienti 
per un polpettone di medie dimensioni

500 gr di macinato di vitello
250 gr di macinato di maiale
60 gr di parmigiano
Un uovo di gallina felice
Per il ripieno
4 fette di prosciutto cotto
250 gr di spinaci lessati
2 uova
Fettine di asiago o fontina

Per il soffritto
Salvia
2 cipolle di media grossezza
4 carote

Sale e pepe
farina bianca
Brodo vegetale

Altri passaggi

Preparazione

Amalgamate i due triti  di carne con il parmigiano, l'uovo ed un paio di prese di sale e pepe aiutandovi dapprima con una forchetta e poi direttamente con le mani.
Lessate gli spinaci in acqua salata, scolateli, sminuzzateli e ripassateli in padella con un cucchiaio di olio; cuocete e sgusciate due uova sode.
Tagliate le cipolle a fettine e le carote a bastoncini, un pizzico di sale e fatele soffriggere insieme in un tegame, sistematele nella teglia che andrà in forno.
Stendete un foglio di carta forno sul tavolo e spianate l'impasto di trita dandogli una forma rettangolare, ricoprite con le fette di prosciutto, gli spinaci a ciuffetti qua e la, le due uova posizionatele al centro ed attorno nel senso della lunghezza mettete le fettine di formaggio.
Con l'aiuto della carta forno formate il rotolo convergendo i due lati più lunghi del rettangolo verso il centro, con le mani poi sigillate bene il contenuto.
Con lo spago da cucina annodate il rotolo una volta nel senso della lunghezza e  tre o quattro volte nell'altro senso, infarinate ora in farina bianca prima di rosolarlo in un tegame fino a formargli una croccante crosticina.
Trasferite il rotolo nella teglia con il soffritto di carote e cipolle,aggiungete qualche foglia di salvia, bagnate con un paio di mestoli di brodo vegetale ed infornate in forno già caldo a 180 per un'oretta circa bagnandolo di tanto in tanto se necessario e rigirandolo dopo circa mezz'ora.
Una volta terminata la cottura lasciate raffreddare, togliete lo spago e affettate e servite con le carote e le cipolle come contorno.

Uovo

Suggerimenti di NonnaFico:

- se volete provare la ricetta originale di sua madre, bisnonna Fico siciliana docg, è possibile cuocere il falsomagro direttamente nel sugo rosso anzichè nel forno

- infarinate tutto ma non con minziosa attenzione, una passata e via

- il prosciutto deve avere delle belle fette grandi che formeranno un perfetto fondo e non faranno scappare gli altri ingredienti

- la salvia nel soffritto non è necessaria ma dà quella nota in più!


falsomagro
***

Per chiudere questo post con il botto siamo felici di comunicare che da oggi è in vendita online e in libreria il libro che raccoglie tante ricette di blogger e quattro direttamente tratte dal nostro blog:
Copertina

In Cucin@ - Appunti e ricette

Un anno con i food blog italiani.

Autori vari
un progetto di Francesca Coppa e Silvana Sarti
Arsenale Editore

14 commenti:

  1. La magia delle nonne e la dolcezza dei bimbi. NonnaMim-Mia è tenerissimo ^__^ Un abbraccio grande e complimenti anche per il libro

    RispondiElimina
  2. Hai ragione,in Sicilia il falsumagro è immerso e cotto nella salsa.Ti è venuto perfetto,bellissimo anche alla vista.
    Auguri di cuore per il libro,sarà un successo.

    RispondiElimina
  3. ciao , non conoscevo il tuo blog , ti ho vista su facebook . Mi metto tra i sostenitori . Bacioni

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia le mani delle nonne, e la loro gestualità che noi non riusciremo mai a replicare...
    Ciao ragazzai baci a voi & uvetta...

    RispondiElimina
  5. Complimenti alla nonna!
    E' bellissimo.
    E complimenti a te per il libro!

    RispondiElimina
  6. hai proprio ragione! i piatti cucinati con amore hanno un altro sapore, capita anche a me che acuni piatti se fatti con svolgiateza mi vengono male anche se li cucino da anni
    questo polpettone ha un aspetto magnifico! ne immagino il spaore... :P

    RispondiElimina
  7. E già il nome è tutto un programma: "falso magro" la dice lunga sulla sua bontà e ricchezza....
    Che belle le immagini del passo passo che spiegano i pasaggi chiavi di una ricetta così antica :D
    Complineti per il libro .D

    RispondiElimina
  8. Complimenti per le ricette pubblicate! E il falsomagro... è da provare! Baci

    RispondiElimina
  9. Super-ricetta:I miei ospiti l'hanno gradito...e divorato!!grazie di cuore x le tue ricette fantastiche!! Vale

    RispondiElimina
  10. E' una ricetta dal risultato sicuro :-) NonnaFico è una garanzia di successo!

    Grazie Vale per averla provata!

    RispondiElimina
  11. W la nonna, W la Sicilia e W il falsomagro!!
    Immagino che sapore (e purtroppo lo immagino solamente...)
    Bravissimi!

    RispondiElimina
  12. E' un blog molto carino! Sei brava!
    Io sono Roberta... mi impegnerò per partecipare al contest, anche perchè i premi mi fanno una gola pazzesca!

    RispondiElimina
  13. Che bella preparazione, le nonne sono semprele nonne! Sarà un banale detto, ma guarda caso hanno sempre delle ricette da far girar la testa!! Grazie e naturalmente Buon, anzi Ottimo 2012 a tutti e tre =)) a presto Lys

    RispondiElimina