domenica 13 febbraio 2011

Un Valentino quasi primaverile...

Come ogni anno arriva San Valentino, con i suoi cuori rossi e la dolcezza strasbordante da tutti i pori. E come sempre ci si divide fra chi la reputa una festa meramente commerciale e chi invece si prodiga all'acquisto compulsivo di qualunque cosa a patto che sia romantica.

Fila di cuori

Ecco noi stiamo in mezzo a questi due comportamenti... inutile negare, é difficile non farsi contagiare, San Valentino lo festeggeremo a modo nostro, accendendo una candela anziché la luce elettrica, magari un pó di musica di sottofondo e una cenetta sfiziosa da gustare sorseggiando un bicchiere di vino.

La vita ci insegna che le occasioni per festeggiare non vanno mai tralasciate, la vita ci mette davanti tante realtà difficili da vivere e momenti come questi sono indispensabili per ricaricarsi ed andare avanti con speranza e voglia di fare, sarà questo il nostro San Valentino con Uvetta che si nasconde sotto il tavolo e con Babette che mira ad un'involtino.

***

Involtini primavera al forno


Involtini primavera


250 gr di carne trita di maiale (o di pollo a scelta)
2 carote
3 cipollotti
1/2 cavolo verza
salsa di soia
zenzero fresco
sale q.b
In un wok scaldare poco olio e a fiamma moderatamente alta far saltare la carne trita, precedentemente infarinata con della maizena.
Dorare la carne ed aggiungere le carote e i cipollotti tagliati julienne ed il cavolo verza tagliato a striscioline fini.
Aggiungere un po' di acqua e proseguire la cottura fino a che le verdure non saranno pronte, al termine aggiungere abbondante salsa di soia e solo in seguito aggiungere il sale (essendo la salsa di soia particolarmente salata è meglio aggiungere il sale alla fine per evitare di esagerare).
A fuoco spento aggiungere una generosa grattugiata di zenzero fresco.
Per la formazione degli involtini noi utilizziamo le cialde di riso rotonde già pronte - le ammolliamo 10 secondi in acqua calda e poi le appoggiamo in un canovaccio bagnato - apppena sono appiccicose adagiamo l'impasto nella parte bassa, arroroliamo un primo giro, rigiriamo gli angoli e finiamo di arrotolare creando il nostro involtino.
Adagiateli in una telia spennellata di olio e spennellare gli involtini a loro volta. Cuocere per 15 minuti in forno a 180° - e per colorarli 2 minuti di grill al termine.
Sono leggeri e stuzzicanti accompagnateli con salsa di soia oppure preparate una salsina agrodolce come segue:
1/2 tazza di aceto bianco
1/2 tazza di zucchero di canna
250 gr di passata di pomodoro
3 cucchiai di salsa di soia
In un padellino mettere aceto e zucchero e portarlo ad ebollizione fino allo scioglimento completo, aggiugere la passata di pomodoro e la salsa di soia e fate cuocere a fuoco medio per 15 minuti circa in modo da far rapprendere un po' la salsa.
Un insalatina di contorno ed il piatto è servito!


Cuore e Vicky


Ps. mettere in scena un set fotografico in casa nostra é un affare da esperti, manine che smontano veloci, rubano cuori e piatti di continuo, vogliono partecipare ad ogni fase preparatoria. E poi ci sono altri due occhietti scaltri, che scrutano in attesa di un furto e di una fuga veloce...

Babette e Vicky

martedì 8 febbraio 2011

Tartufi di primavera...

Oggi abbiamo visto due farfalle gialle svolazzare soavi nell'aria frizzantina che già profuma di primavera.
Oggi la piccola Babette avrebbe voluto rimanere al sole sdraiata su di uno scalino a godere del mite calore che la riscaldava.
Vicky l'uvetta sulle giostrine al parco giochi rideva spensierata senza il berretto.
Questi gli attimi che febbraio ci sta regalando, con una primavera anticipata e tanto gradita, sarà dura abituarsi alla coda d'inverno che sicuramente ci aspetta dietro l'angolo... intanto ci godiamo questi attimi senza farci troppe domande.

Visualizzateci in un attimo di relax...un tartufo tira l'altro!

tartufi bimby

Tartufi al Rhum

50 gr di amaretti
150 gr di cioccolato fondente
70 gr di burro
50 gr di zucchero
30 gr di rhum

per ricoprire:
the matcha
cacao amaro in polvere
granella di nocciole
granella di pistacchi

Preparazione con Bimby

Tritare i biscotti 5 secondi a velocità Turbo e mettere da parte
Inserire nel boccale il cioccolato e tritarlo per 10 secondi a turbo, unire il burro e lo zucchero e cuocere 3 minuti a 50° velocità 4.
Unire i biscotti ed il rhum e mescolare 20 secondi a vel 3.
Mettere l'impasto in frigorifero perchè si rapprenda poi formare delle palline velocemente nel palmo delle mani e passare nella copertura prescelta. Disporre in un vassoio e tenerli in frigo fino al momendo della degustazione.

Preparazione senza Bimby

Con un frullatore tritare gli amaretti e tenerli da parte.
Frullare il cioccolato e metterlo in un pentolino con il burro ammorbidito e lo zucchero mescolando fino a che il composto non si è ben amalgamato. Fuori dal fuoco aggiungere gli amaretti ed il rhum. A questo punto mettere in frigorifero e procedere come sopra.

tartufi collage

giovedì 3 febbraio 2011

Una stagione: l'Inverno

Erica e la neve

Fior di neve Dal cielo tutti gli Angeli videro i campi brulli senza fronde né fiori e lessero nel cuore dei fanciulli che amano le cose bianche. Scossero le ali stanche di volare e allora discese lieve lieve la fiorita neve. (U. Saba)

martedì 1 febbraio 2011

Pere e patate: che coppia!

Ormai è risaputo che la cucina sia una nostra passione tanto che per questo 2011 nonno Fico, papà di Fico, ci ha omaggiato di un abbonamento graditissimo al mensile La Cucina Italiana.
Con gioia e stupore infatti ci siamo visti recapitare nella cassetta della posta la nostra prima copia con tanto di bigliettino accompagnatorio. Ogni mese ci siamo ripromessi che sceglieremo la ricetta che ci colpisce di più e la proveremo condividendone i risultati con voi :-)
Ecco dunque che scopriamo con piacere che la vera rivelazione di questa preparazione è il contorno! Ci credete se vi dico che lo sguardo di stupore mio e di Fico all'assaggio della dadolata di pere e patate è stato doppio?? Entrambi estasiati dal contrasto di sapori e affascinati dal buffo modo in cui i cubetti si sono camuffati tanto da sembrare tutti la stessa cosa... una coppia a sorpresa che in cucina non avevamo ancora avuto il piacere di incontrare ma che sicuramente riproporremo come contorno ad altre nostre preparazioni.

Ossibuchi di tacchino all'arancia con patate e pere arrosto


Ossobuco tacchino agli agrumi

Ingredienti per 4:
4 ossibuchi di tacchino
200 gr. patate sbucciate
200 gr.per sbucciate
40 gr. olio evo
2 arance
limone, farina, alloro, sale, pepe

Infarinate gli ossibuchi e rosolateli, con due foglie di alloro, in metà dell'olio, circa 5 minuti per lato. Eliminate l'olio di cottura e bagnate gli ossibuchi con il succo delle arance, copriteli e cuoceteli a fuoco moderato per circa 20 minuti.. Una volta terminata la cottura salateli e pepateli.

Nel frattempo tagliate a dadi le patate e le pere. Sbollentate i dadi di patata per due minuti in acqua acidulata, poi scolateli e rosolateli con la restante parte dell'olio finchè non inizieranno a colorare. A quel punto unite le pere e cuocete per una quindicina di minuti circa. Salate e servite con gli ossibuchi.

Intanto fuori l'inverno ci ha regalato una nuova ed inaspettata nevicata... e c'è chi gradisce molto zampettare nella neve fresca.

Babette e la neve

Babette cammina sulla neve