lunedì 27 giugno 2011

I luoghi della memoria

Ci sono luoghi della memoria che hanno delle sorprendenti cariche emotive e che in momenti in cui lo smarrimento è tanto sanno confortare gli animi più feriti.

E' un mistero il senso di appartenenza che certi posti sanno suscitare anche in chi non li ha vissuti, è l'empatia che trasmettono le rocce, le piante e gli scorci che hanno sentito risuonare voci lontane ma così familiari, risate infantili e anche pianti dolorosi.


Le rocce

Solo Fiori bianchi

Saper cogliere questi sussurri evanescenti portati dal vento e farli nostri per arricchirci di un'esperienza che in parte ci appartiene è il segreto per fortificarsi un po' di più e ritrovare una parte di quelle radici che sai di avere ma troppo spesso hai dimenticato.


La casina rossa

Rudy Nonno Uva ci ha insegnato tanto e ancora ci insegnerà, adesso vorremmo aiutarlo noi a vedere più in la perchè le strade del passato spesso ci indicano la via per il futuro e noi ci saremo al suo fianco per percorrerla insieme.


Rudy

Dopo un camminata è bello aprire lo zaino e trovare tante piccole prelibatezze da gustare semplicemente , su di un prato insieme con il sottofondo rilassante dell'acqua del torrente che passa:

Il Sessera


Tartine di pasticcio di tonno con burro salato e timo limone


tonno

Ingredienti

fette di pane rustico oppure crostini
200 gr di tonno in scatola
100 gr di burro semisalato
il succo di mezzo limone
sale e pepe

Preparazione

Sgocciolate il tonno e in un contenitore schiacciatelo con la forchetta , incorporate il burro e mescolate.
Lavate il timo limone e aggiungetelo al pasticcio, mescolate ed aggiungete il succo di limone, sale e pepe.
Per una versione più light sostituire il burro con del formaggio fresco.
Pronto da spalmare in qualunque momento per una pausa sfiziosissima...


Strada zegna

Babette

martedì 21 giugno 2011

Estate è.... mare profumo di mare!

Benvenuta Estate! Certo è che ti stavamo aspettando da un po' e il tuo sole ed il tuo caldo ci sono mancati molto in questo ultimo periodo dove la pioggia l'ha fatta da padrone.

Un benvenuto alle giornate lunghe che paiono non terminare mai, alle passeggiate nei parchi ricercando l'ombra, alla pelle ambrata dal sole, alle scarpe aperte e alle maniche sbracciate.


A questa nuova stagione che inizia abbiamo deciso di dedicare una ricetta dal tema "Mare profumo di mare" proposta da Valentina la nostra amica del blog L'Aroma del caffè e da Cucinando Web - abbiamo pensato ad uno sformatino di ricotta semplice ma particolare per la cottura in pentola a pressione (che anche per noi è stato un esperimento ben riuscito); la semplicità della ricotta è la base perfetta per esaltare il punto forte di questo piatto che è la bottarga di muggine tanto amata dal nostro amico Riccardo!

Sformatini di ricotta con bottarga

Sformatini di ricotta e bottarga


Ingredienti

250 gr di ricotta 50 gr di parmigiano reggiano 2 uova di galline felici sale pepe bottarga di muggine da grattuggiare generosamente

Preparazione Preparate in un mixer la ricotta aggiungendo le uova il parmigiano ed il sale e il pepe fino ad ottenere una crema vellutata. Mettete il composto in stampini di alluminio ben imburrati che a loro volta chiuderete con cura utilizzando della carta argentatata - posizionate il cestello per la cottura a vapore nella pentola a pressione e appoggiateli con cura. Aggiungete tre dita d'acqua e chiudete la pentola, gli sformatini saranno perfetti dopo cinque minuti dal fischio. Sformateli in un piatto e appena tiepidi siate generosi con la bottarga, perfettamente grattuggiata grazie alla miracolosa microplane

Microplane e bottarga

***

La piccola Vicky nelle sue letture serali sta iniziando a conoscere Rodari e vorrebbe dedicare questa sua poesia alla nuova stagione che inizia


Filastrocca del mese di giugno,
il contadino ha la falce in pugno:

mentre falcia l'erba e il grano

un temporale spia lontano.

Gli scolaretti sui banchi di scuola
hanno perso la parola:

apre il maestro le pagelle

e scrive i voti nelle caselle...

"Signor maestro,per cortesia,

non scriva quel quattro sulla mia:

Quel cinque,poi,non ce lo metta
sennò ci perdo la bicicletta:
se non mi boccia,glielo prometto,
le lascio fare qualche giretto".

G.Rodari


L'estate è appena iniziata e per fortuna la strada da percorrere è ancora tanta....


La lunga strada dell'estate

venerdì 17 giugno 2011

Lunch pittorico

Io, Uva, ho sempre avuto un sogno, qualche anno fa credevo che sarebbe diventato il mio futuro poi la vita, come spesso accade, ha preso altre strade, altri binari e mi ha condotto altrove.
Io quel sogno l'ho riposto nel cassetto e se anche ogni tanto ribussava per uscire lo ricacciavo dentro per non ricordare. Poi qualche mese fa ho voluto regalarmi qualcosa di importante, mi sono comprata un pennello e una scatola di colori e spronata da Fico ho iniziato con il cuore in gola a frequentare un corso di pittura, ho aperto il mio cassetto per tirare fuori quel sogno ormai polveroso ma non dimenticato: dipingere.
E' iniziata quest'avventura che mi emoziona ogni volta, prima con i colori acrilici poi con i colori ad olio che in questi giorni mi stanno regalando nuove e bellissime emozioni, emozioni vere come le persone che frequentano il corso con me, ognuna con la sua vita, il suo percorso, la sua arte e il suo personale stile...uno scambio che mi sta arricchendo ogni volta di più.
Mercoledì scorso ho portato con me dei velocissimi spuntini da mangiare insieme prima di iniziare a dipingere, gli stuzzichini sono stati accompagnati da una fresca bottiglia di gewurztraminer e da tante chiacchiere e risate...

Spiedini di mozzarelline e pomodorini con cesto di pezzetti di pizza...

Lunch pittorico

.. gli amatissimi grissini di Elga..

Grissini allo speck_

...girelle di sfoglia al pesto e albicocche fresche per chiudere...

Lunch pittorico1

e poi solo i pennelli che hanno iniziato a parlare per noi, il profumo di trementina ha avvolto l'aria di una suggestiva atmosfera...

Lunch pittorico3


Lunch pittorico4


ed ecco il mio quadro, per la camera di Vicky l'Uvetta... La Bambina col le bolle

La bambina con le bolle

Acrilico su tela (per il soggetto ho preso spunto dalla copertina di un libro)

E adesso so che questo sogno non sarà mai più chiuso in un cassetto polveroso ma mi accompagnerà lungo il mio cammino e amerò circondarmi della mia arte e dell'enorme significato che ha per me!

lunedì 13 giugno 2011

Smoothie tutto arancio

E' ancora grigio, un altro giorno di giugno senza sole e non se ne può proprio più.
Qui da noi la bella stagione e le temperature estive durano già poco, vuoi mettere che delusione se poi tardano ad arrivare le lunghe giornate calde e luminose che giugno sa regalare?
Ma noi non vogliamo farci trovare impreparati e anche se adesso il nostro colorito è simile a quello di una mozzarella, stiamo gettando le basi per una bella tintarella, quella che ti fa sentire più bella e che ti regala quel tocco in più!
Accettiamo l'invito di Ricky e Vale di Cucinandoweb a preparare una ricetta con protagonista l'arancione carota e proprio per l'ora della merenda abbiamo aguzzato l'ingegno in modo che anche la piccola Vicky possa assumere betacarotene preparandosi ad un'estate sprint!

Smoothie tutto arancio

smoothie__carota

Ingredienti per 4 bottigliette

Succo centrifugato di 3 carote
2 pesche
3 albicocche
1 bicchiere di latte di soia
2 cubetti di ghiaccio
zucchero secondo i gusti

Frullate il tutto per qualche secondo e munitevi di bottigliette e cannucce colorate, la pausa merenda è appena iniziata e con uno smoothie così diventa divertente mangiare la frutta anche per i bambini!

***

Intanto noi sogniamo il mare, la sabbia ed il caldo.... speriamo che la coccinella ci porti fortuna e arrivi fino a qui il tanto sospirato sole!

Coccinella crocs



Con questo post partecipiamo al simpatico contest della Banda dei broccoli e de Il posto delle fragole :





domenica 5 giugno 2011

Io ballo e corro con le mie "Ballo"

Sta uscendo il sole dopo tutta questa acqua che ci ha inumidito anche i pensieri ...speriamo resista un po' e che Vicky l'Uvetta possa uscire a danzare correndo con le sue amatissime scarpe da ballo.
Sono bianche con un grazioso fiocchetto in punta, hanno il cinturino per poter correre veloci e non avere la preoccupazione che si perdano o peggio che ci facciano cadere, sono comode, sono belle e soprattutto sono le prime scarpe che Vicky ha scelto per se fra decine di scarpe nel negozio.
Alcune mattine appena si sveglia "Scappe da ballo" sono le sue prime parole di buongiorno quando ancora i suoi occhi sono chiusi e la voce è addormentata... è talmente bello vedere che comincia ad avere i suoi gusti e che comincia a fare le sue scelte, la strada da percorrere con le Ballo ai piedi è appena iniziata...

Vicky e le "ballo"


Siamo stati in vacanza con la nostra casetta su quattro ruote, e nonostante una brutta forma influenzale non abbia risparmiato nessuno di noi (ecco, forse tutti tranne Babette..) con febbre alta e postumi che ancora persistono, questi giorni trascorsi ci hanno regalato anche delle bellissime emozioni: finalmente abbiamo conosciuto i nostri amici Riccardo e Valentina di CucinandoWeb e la solare Pippi del blog Io come sono Pippi e con loro abbiamo trascorso una serata piacevole e divertente!
Il giorno dopo ci siamo incantati nel loro meraviglioso negozio che per fortuna nostra e vostra ha anche un bel sito on line.. fateci un giro si trovano tantissime novità e meraviglie da non perdere!

Le emozioni di questi giorni ci accompagneranno anche domani alla riprese dei ritmi lavorativi e di asilo per la piccola Vicky, e per aiutarci e darci la giusta carica oggi ci siamo preparati questa gustosa insalata di farro, la nostra preferita, così la giornata sarà un po' meno lunga e la pausa pranzo golosa!

Insalata di farro: la preferita


Insalata di farro: la preferita


Ingredienti:

80 gr di farro per persona
pomodori cigliegini
olive nere
olive verdi
capperi dissalati
scaglie di parmigiano
timo fresco
olio extravergine d'oliva
Preparazione

Lessate il farro in abbondante acqua salata per 15-20 minuti (il nostro non necessitava di ammollo preventivo ed è subito pronto all'uso) - nel mentre in una capiente insalatiera preparate tutti gli ingredienti sopra elencati tagliandoli in pezzetti - scolate il farro e fermate la cottura sotto l'acqua fredda, scolate bene e unitelo al resto, condite con un filo di olio evo e freschissime foglioline di timo.


***

E dopo tante pirouettes un po' di meritato riposto per Vicky e le "Ballo"



Il riposo delle Ballo