lunedì 27 agosto 2012

Insalata russa estiva

Ed è così che abbiamo deciso di partire, il nostro primo viaggio tutti insieme.
Due giorni di preparativi e non dovrebbe mancare nulla all'appello, 48 ore di cose da organizzare e gestire il tutto incastrato fra i ritmi serrati di una neonata e le mille esigenze di una treenne un po' gelosa.
Puntiamo al mare per qualche tuffo, gli ultimi della stagione ma i primi per noi.
Non torneremo riposati, questo l'abbiamo messo in conto, ma la voglia di staccare un po' la spina verrà sicuramente soddisfatta e poi con Vicky, Cathy e la fida Babette non ci sarà quasi il tempo neppure per lamentarsi.

Lo spunto per la ricetta di oggi viene direttamente dall'ultimo numero di Cucina Italiana, rispetto a quanto proposto, abbiamo deciso di non marinare le code di gambero all'agro ma di  insaporire tutto con il lime ottenendo a nostro giudizio un risultato fresco e molto estivo!

insalata russa estiva

Insalata russa estiva

Ingredienti per 4 persone

1 patata circa 200 gr
un cuore di sedano - 70 gr
2 peperoni (uno rosso e uno giallo)
2 cipolle di Tropea
1 zucchina
aceto di mele
1 yogurt greco
curcuma
1 lime
code di gambero sgusciate

Preparazione

Sbucciate la patata e tagliatela a dadini con i peperoni, la parte verde della zucchina, il sedano e la cipolla.
Lessate per 5 minuti circa la patata in acqua salata, scottate per circa 4 minuti la zucchina con i peperoni.
La cipolla va invece scottata in acqua bollente con un cucchiaio di aceto di mele; fate raffreddare tutto.
Lavorate lo yogurt con un cucchiaio di olio extravergine di oliva, mezzo cucchiaino di curcuma, la buccia del lime grattuggiata, aggiustate di sale e pepe.
Marinate i gamberi con il succo di lime, olio sale e pepe prima di grigliarli su di una piastra antiaderente.

insalata russa estiva

***

E poi noi abbiamo ancora voglia di sfoggiare i nostri vestitini estivi più belli prima dell'arrivo dell'autunno...

Vicfiocco



insalata russa estiva

martedì 21 agosto 2012

Pasta alla norma fai-da-te

Piccola Caterina, questo caldo ti sta accompagnando nei primi giorni della tua vita ma tu sembri non esserne troppo disturbata, anzi... solo noi alle volte siamo infastiditi dall'afa che rende l'aria irrespirabile, dal calore che la sera si irradia ancora dai muri e dalla strada e da quel senso accaldato che ci assale dopo pochi minuti che si è terminata l'ennesima doccia rinfrescante.
Di sera però iniziamo già ad osservare la luce che si fa sempre più breve e già ci troviamo soggetti ad un certo sentimento di malinconia.
L'estate con i bambini è la stagione più facile, al mattino si infila un vestitino ed una scarpa aperta ed ecco che si è pronti. Una corsa a piedi nudi sull'erba, un po' d'acqua per rinfrescarsi ed il sole per asciugarsi sono tutto quello che servono per un gioco che può andare avanti un pomeriggio intero: questo è quello che ci mancherà dell'estate, questo sarà quello che rimpiangeremo nei freddi mesi invernali (che purtroppo durano sempre troppo per i nostri gusti).

pasta alla norma

Quest'anno le vacanze le stiamo trascorrendo a casa, forse qualche giorno di mare ma verso settembre, per dedicarci qualche attenzione ci prendiamo piccoli momenti di relax come quello di gustare una pasta alla norma fai-da-te pensando alla Sicilia e al suo splendido mare.

Pasta alla norma fai-da-te

Ingredienti

passata di pomodoro
2 melanzane
ricotta salata
alcune foglie di basilico

Preparazione

 pasta alla norma

Tagliate le melanzane a fette spesse un centimentro e disponetele in un colapasta cosparse di sale, lasciatele per circa un ora prima di farle a quadretti e friggerle per qualche minuto in olio evo ben caldo.
Calate la pasta e nel mentre grattuggiate abbondante ricotta salata.
Condite la pasta con la passata di pomodoro, le foglie di basilico ed un filo di olio extravergine, in due ciotoline a parte mettete le melanzane  fritte e la ricotta grattuggiata, ognuno potrà cosi aggiungere gli ingredienti in base ai suoi personali gusti.

***

E Babette cosa ne pensa di queste vacanze casalinghe? 
Lei coglie ogni singola possibilità per un tranquillo pisolino in relax...

babette

lunedì 13 agosto 2012

Sedici più due

Sedici giorni più due che sei entrata a far parte della famiglia e ci sembra di conoscerti da sempre.
Hai subito dimostrato di essere una bambina dolcissima e tenera, hai saputo immediatamente conquistare i cuori di tutti anche di quelli che pensavano: "potremo mai amarla come amiamo Vicky l'Uvetta?"
La risposta è si, perchè è proprio vero che l'amore si moltiplica e non si divide, perchè tu adesso non sei solamente la sorellina che stavamo aspettando ma sei semplicemente ed immensamente tu:

benvenuta piccola Caterina! 

caterina

Il dolce che ti dedichiamo è a base di anice, come la voglia improvvisa che in una fredda sera di gennaio ci ha fatto capire per la prima volta che tu eri già con noi!

Crème à la reglisse anisèe - Crema alla liquirizia ed anice

liquirizia

Ingredienti
Per 4 porzioni

6 rotelle di liquirizia
150 ml di panna fresca
300 ml di latte
1 anice stellato
2 uova interi e 2 rossi
2 cucchiai di zucchero in polvere

Preparazione

Schiacciate l'anice stellato con la lama piatta del coltello, srotolate le rotelle di liquirizia e tagliatele in piccoli pezzetti e fateli fondere in un tegame a fiamma bassa con 100 ml di acqua e l'anice stellato.
Aggiungete la panna ed il latte e mescolate tutto fino ad ottenere una crema omogenea riscaldandola senza lasciarla bollire.
Preriscaldate il forno a 140°.
Sbattete le uova ed i tuorli con lo zucchero, incorporatele lentamente alla crema alla liquirizia senza smettere di mescolare; filtrate in un colino a maglie fini e versatelo in quattro stampi monoporzioni.
Infornate a bagno maria per circa 30 minuti, al fine di agevolare la cottura vi consigliamo di utilizzare acqua già calda per la cottura, questo permette di diminuire i tempi di cottura.
Lasciate raffreddare prima di servire.


***

Le sorelline 

appena nata

Con questa ricetta partecipiamo al contest di Imma Dolci a go go sui dolci al cucchiaio