mercoledì 27 luglio 2011

Dorothy e le scarpe scarlatte

Oggi vi parlerò di una bambina dai boccoli biondi e dagli occhi verdi vivaci con una fantasia fervida e mille farfalle colorate nella mente...
Basta un foglio di carta e una manciata di colori per farla volare via leggera, basta una nuvola di una strana forma per inventare mille storie e trovarsi a ridere con simpatici personaggi dai nomi più improbabili.
A quella bambina voglio molto bene, gioca con Uvetta cercando di insegnarle a colorare dentro le righe...si ma non troppo, le spiega come vedere nei fogli bianchi i meravigliosi mondi che si nascondono, mondi fatti di animali fatati e paesaggi nuovi e sempre diversi, fatti di storie che si possono narrare, cambiare, disegnare.

Mi ricorda un po' Dorothy con le sue scarpette rosse nel magico Mondo di Oz....da bimba non le ha mai avute quelle ballerine rosse ma adesso da grande ho deciso di regalarmele, perchè si ,quella bimba bionda sono proprio io... Uva bambina, rimasta assopita per troppo tempo.

Scarpe scarlatte

Le mie scarpe scarlatte mi stanno rivelando nuove strade da percorrere, mi stanno insegnando che per ballare basta seguire il filo di musica che si ha nella mente per riscoprire ancora una volta quanto la bimba dentro di me si sa stupire ed entusiasmare per le semplici cose che la vita ci regala ogni istante.


Vellutata tiepida di pomodori perini con cialde di parmigiano croccante


Vellutata di pomodori perini

Ingredienti
per 6 porzioni


500 gr di pomodori perini
3 patate novelle
1 scalogno
erbette dell'orto : cipollina - salvia - rosmarino - maggiorana
sale e pepe
olio evo

parmigiano reggiano grattuggiato

Preparazione

Scottate i pomodori in acqua calda in modo da poterli sbucciare con facilità, frullateli finemente a crudo e portateli a bollore, aggiungete le patate e la cipolla a tocchetti e fare cuocere per almeno 20 minuti.
Spegnete la fiamma, passate tutto con un minipimer e aggiungere un trito di erbe finissimo fatto con la mezzaluna insieme a sale e pepe.

Cialda di parmigiano

In un pentolino antiaderente già calda ricoprite il fondo con del parmigiano grattuggiato e a fuoco basso lasciate che si formi una cialdina, una volta pronta spostatela su della carta assorbente in modo che l'eccesso di unto si depositi e la cialda si stabilizzi.
Servite la vellutata appena tiepida con un filo di olio extravergine e le cialde di parmigiano preparate

SpecialThanks per questo post e per questa ricetta a Silvia, amica dalle mille ispirazioni e talenti, a Fico che mi ha inseguita per il giardino fotografandomi i piedi, a Nonno Uva che scettico guardava i due elementi vagare con scarpe rosse e macchina fotografica mentre la piccola Vicky l'Uvetta assorta nei suoi pensieri faceva le bolle di sapone.

13 commenti:

  1. E' bello riscoprire in noi una parte bambina, riportarla alla luce e darle modo di esprimersi. Forse dovremmo darle voce più spesso, perchè capace di cogliere emozioni "inaccessibili" all'animo adulto. Non ho mai avuto un paio di ballerine rosse e mi piacerebbero insieme ad un paio di treccine. Da piccola ero fissata per i capelli lunghi :)
    Che belle quelle cialde di parmigiano, hanno un'aria così delicata...come i bimbi. Un bacione

    RispondiElimina
  2. Che buona! Sapori semplici e coccolosi!

    RispondiElimina
  3. ho anche io delle scarpine rosse.... e non poi capire quanta soddisfazione mi diano....

    nella vita non si dovrebbe mai smettere di sognare e di nutrire il bimbo che è in noi

    RispondiElimina
  4. Ciao! dopo il contest sulla Fotografia eccone un altro altrettanto stimolante!! Bicchierini golosi da proporre??
    prova a legger, potrebbe sembrare complicato, ma basta seguire la gola ;) e farsi trasportare dalla fantasia che vendo non ti manca...

    http://archcook.blogspot.com/2011/07/vinci-un-coffee-design-kit-con-la.html

    a presto!!

    RispondiElimina
  5. Ciao! eh..doroto aveva delle scarpette belle non da poco!! anche se ha faticato per ottenerle!
    Una vellutata estivissima e gustosa! molto originale!
    baci baci

    RispondiElimina
  6. Bellissime quelle scarpine rosse.. e che dire, la ricetta sembra una vera bontà!
    un abbraccio
    Francesca
    ps ogni tuo post è sempre "condito" di belle foto!

    RispondiElimina
  7. Il rosso è il mio colore preferito, bellissime le tue ballerine mi piace la bambina che è in te ;) da oggi ti seguo anchio;)

    RispondiElimina
  8. è vero, a volte basta sciogliersi un po' ed abbandonarsi alle cose semplici che rendevano felici da bambini e che possono farlo anche adesso... i bambini affrontano il mondo con leggerezza ma con tanta voglia di scoprire e stupirsi... le tue scarpette rosse sono adorabili, come questa vellutata di cui mi sembra di sentire il profumo ;)

    RispondiElimina


  9. I love your post and blog so much!!!.))

    I need your help. I spend another survey but this time with another question.
    "Where do you prefer to shop? What is your favorite shopping center?"

    RispondiElimina
  10. Il tuo post è interessante. L'ho letto per più di 1 volte. In attesa di vostri articoli sempre meglio.

    RispondiElimina