Cialdine di riso in tecnicolor

Primo giorno di scuola.
In tanti lo ricordano con emozione,  chi con terrore, chi magari con un nodo in gola e tanta nostalgia.
In questa settimana i social si sono riempiti di zainetti, grembiulini e cartelle, messaggi di tanti genitori ai piccoli che iniziavano il loro percorso, in bocca al lupo dei più diversi, alcuni video strappalacrime (e si, ci sono cascata anche io) e bimbi tutti bellissimi che trapelavano emozione.
Ecco, io non ce l’ho fatta a farle neppure una foto in piedi, con il suo bel grembiulino nero dal colletto bianco,  perché quel mattino tutto mi sembrava essere sospeso, irreale ed alquanto strano.
La piccola Vicky aveva lo sguardo deciso e determinato, ma in fondo agli occhi percepivo quel pizzico di paura che un giorno speciale come questo porta inevitabilmente con se.
Io da mamma vibravo dentro, papà Fico cercava di sminuire ma si vedeva che anche lui non sapeva più da che parte guardare, chi guardare e a chi rivolgersi.
Cate*Nina dal suo sta ancora affrontando l’inserimento alla scuola materna e non riusciva ben a comprendere tutta quella mobilitazione, la frenesia, lo zaino a pois della sorella zeppo di libri e quaderni dalla copertina rossa o arancione.
Di quel giorno conserviamo:
– un rotolo trasparente per foderare i libri: chissà se il prossimo anno lo ritroveremo?
– il giacchino fucsia regalato dalla madrina come porta fortuna bagnato dalle gocce di pioggia di un mattino di settembre piovoso;
– la sensazione di non conoscere nessuno e la voglia di appartenere un po’ di più a quelle pareti che per i prossimi anni vedranno crescere Vicky e noi con lei;
–  un paio di scatti di sguardi tremuli ed emozione palpabile che forse fra qualche tempo riguarderemo facendoci una risata;
– il banco, il primo banco, la prima classe, i compagni tutti attorno, i genitori emozionati, il maestro che ha saputo spezzare la tensione con un paio di battute simpatiche;
Buona avventura piccola Vicky l’Uvetta, la vita ti aspetta e noi saremo con te per supportarti nei tuoi giorni più importanti, proprio come oggi!
ps: e per chi se lo chiedesse, si, ho pianto, ma solo fuori dall’aula dopo averle regalato uno dei miei migliori sorrisi!




Cialdine di riso in tecnicolor
Tempo di preparazione: 25 minuti

Cialdine di riso in tecnicolor
Ingredienti

Snack Scotti al parmigiano
Formaggio splamabile tipo Philadelphia
Sale
olio extravergine di oliva
Carotine
Piselli
Zucchine
Rapanelli
Sesamo nero

Preparazione

In un vassoio disponete le cialdine di riso una a fianco all’altra. In una ciotola lavorate il formaggio con un pizzico di sale e un cucchiaio di olio extravergine di oliva Tagliate le zucchine a striscioline con l’aiuto di un pelapatate, fate lo stesso con le carote e cuocete le verdure a vapore. Lessate in poca acqua i piselli. Spalmate il formaggio sulle cialdine e create dei motivi geometrici con le verdure, giocate con i contrasti di colore e la vostra fantasia creando dei simpatici amici a rallegrare il vostro tavolo.

Oltre a qui  sul nostro blog trovate le altre nostre ridette per Riso Scotti nella sezione Rice4KidsBio su Ricedesign!
 
 

You might also like