martedì 3 luglio 2012

Triglia che caldo!

Ed il caldo è arrivato anche qui, inutile dirlo, di quelli insopportabili che ti rubano anche un po' di sonno notturno.
Dopo tutte le pioggie però non vogliamo lamentarci, accendiamo il ventilatore e ci dedichiamo alle attività estive che durano sempre troppo poco, un pomeriggio in piscina, la merenda al torrente e qualche cena di pesce danno il giusto sapore a queste giornate di canicola.
E poi Uvetta adora il cielo blu!

IMG_2705
Oltre modo temerari la ricetta di oggi propone l'accensione del forno, ma tanto con il caldo che fa non è che cambi molto la colonnina delle temperature in casa ehh... ;-)

Triglie con patè di olive

Ingredienti per 4 persone

triglie


8 triglie pulite
500 gr di patate
finocchietto selvatico
150 gr di olive nere denocciolate
un cucchiaino di semi di finocchio
timo fresco
olio evo
sale e pepe

Preparazione

triglia patate finocchietto

Lessate le patate in acqua salata, portata dal freddo all'ebollizione e lasciatele per 15 minuti, scolatele, sbucciatele e tagliatele a fettine.
Nell'acqua bollente scottate anche il finocchietto per 2-3 minuti, scolatelo e spezzettatelo grossolanamente.

In un mixer frullate le olive con i semi di finocchio, l'olio, il timo ed un po' di pepe ottenendo così una salsa che userete in parte per farcire le triglie prima di adagiarle sulla carta da forno.

Disponete intorno le patate ed il finocchietto, olio con sale e pepe a 200° per 20 minuti.
Al termine della cottura aggiungete il patè di olive avanzato prima di servire.
Attenzione alla spine delle triglie, sono talmente buone e gustose che ci si fionda a mangiarle!!

triglia finocchietto patate

Rinfrescatevi lavando e preparando un'insalatina di contorno.

9 commenti:

  1. ...ecco...infatti.. qua sta già piovendo, mannaggia!
    Fantastica questa tua proposta, il profumo del finocchietto selvatico deve essere esaltante :)

    RispondiElimina
  2. dai oggi è già meglio....ieri mi scioglievo come un ghiacciolo e ho dovuto fare una trasfusione di succo per stare in piedi ;)

    RispondiElimina
  3. devo dire un modo ricco e sano per gustare delle fantastiche triglie

    RispondiElimina
  4. assolutamente d'accordo con te, soffermiamoci un pò a pensare a tutto il freddo che abbiamo incamerato in inverno e come per magia, il caldo torrido si trasforma in una manna!
    Baci :)

    RispondiElimina
  5. ottime queste triglie....un piatto gustoso eleggero!!!
    complimenti per il blog (adesso sono una tua nuova follower!)...se ti va passa da me :-)
    ciao

    RispondiElimina
  6. Già però saranno le gravidanze o l'allattamento ma non lo sopporto ci sto proprio male... e io ho sempre amato l'estate Ottimo piatto di pesce gnam!

    RispondiElimina
  7. Già però saranno le gravidanze o l'allattamento ma non lo sopporto ci sto proprio male... e io ho sempre amato l'estate Ottimo piatto di pesce gnam!

    RispondiElimina
  8. ah! Le triglie le adoro! Mi piace il pesce e mi piace tutto ma le triglie mi incantano oltre per quel sapore che hanno anche per il loro colore :D
    mi sa che dove mangiano tre mangiano quattro...che fa, vengo? ahahahah
    ***
    mi sono autoinvitata senza pudore ;)
    baciuzzi Cla

    RispondiElimina
  9. Il mio futuro marito non ama molto le vedure ma il pesce lo adora quindi dovrò imparare tante ricette sfiziose. Questa la stampo già!
    sembra buonissima!
    ;)
    un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina