domenica 13 febbraio 2011

Un Valentino quasi primaverile...

Come ogni anno arriva San Valentino, con i suoi cuori rossi e la dolcezza strasbordante da tutti i pori. E come sempre ci si divide fra chi la reputa una festa meramente commerciale e chi invece si prodiga all'acquisto compulsivo di qualunque cosa a patto che sia romantica.

Fila di cuori

Ecco noi stiamo in mezzo a questi due comportamenti... inutile negare, é difficile non farsi contagiare, San Valentino lo festeggeremo a modo nostro, accendendo una candela anziché la luce elettrica, magari un pó di musica di sottofondo e una cenetta sfiziosa da gustare sorseggiando un bicchiere di vino.

La vita ci insegna che le occasioni per festeggiare non vanno mai tralasciate, la vita ci mette davanti tante realtà difficili da vivere e momenti come questi sono indispensabili per ricaricarsi ed andare avanti con speranza e voglia di fare, sarà questo il nostro San Valentino con Uvetta che si nasconde sotto il tavolo e con Babette che mira ad un'involtino.

***

Involtini primavera al forno


Involtini primavera


250 gr di carne trita di maiale (o di pollo a scelta)
2 carote
3 cipollotti
1/2 cavolo verza
salsa di soia
zenzero fresco
sale q.b
In un wok scaldare poco olio e a fiamma moderatamente alta far saltare la carne trita, precedentemente infarinata con della maizena.
Dorare la carne ed aggiungere le carote e i cipollotti tagliati julienne ed il cavolo verza tagliato a striscioline fini.
Aggiungere un po' di acqua e proseguire la cottura fino a che le verdure non saranno pronte, al termine aggiungere abbondante salsa di soia e solo in seguito aggiungere il sale (essendo la salsa di soia particolarmente salata è meglio aggiungere il sale alla fine per evitare di esagerare).
A fuoco spento aggiungere una generosa grattugiata di zenzero fresco.
Per la formazione degli involtini noi utilizziamo le cialde di riso rotonde già pronte - le ammolliamo 10 secondi in acqua calda e poi le appoggiamo in un canovaccio bagnato - apppena sono appiccicose adagiamo l'impasto nella parte bassa, arroroliamo un primo giro, rigiriamo gli angoli e finiamo di arrotolare creando il nostro involtino.
Adagiateli in una telia spennellata di olio e spennellare gli involtini a loro volta. Cuocere per 15 minuti in forno a 180° - e per colorarli 2 minuti di grill al termine.
Sono leggeri e stuzzicanti accompagnateli con salsa di soia oppure preparate una salsina agrodolce come segue:
1/2 tazza di aceto bianco
1/2 tazza di zucchero di canna
250 gr di passata di pomodoro
3 cucchiai di salsa di soia
In un padellino mettere aceto e zucchero e portarlo ad ebollizione fino allo scioglimento completo, aggiugere la passata di pomodoro e la salsa di soia e fate cuocere a fuoco medio per 15 minuti circa in modo da far rapprendere un po' la salsa.
Un insalatina di contorno ed il piatto è servito!


Cuore e Vicky


Ps. mettere in scena un set fotografico in casa nostra é un affare da esperti, manine che smontano veloci, rubano cuori e piatti di continuo, vogliono partecipare ad ogni fase preparatoria. E poi ci sono altri due occhietti scaltri, che scrutano in attesa di un furto e di una fuga veloce...

Babette e Vicky

17 commenti:

  1. Questa è una ricettina davvero sfiziosa!
    Bellissime le foto e quelle manine piccine e quegli occhietti furbetti che mi ricordano qualcuno!
    un bacio

    RispondiElimina
  2. è vero s. valentino è oramai una festa commerciale , credo che non si deve aspettar euna festività per festeggiare l'amore tra 2 persone..comunque belissime le foto

    RispondiElimina
  3. Non sono amante di questa ricorrenza... ma fa nulla alla fine è un'occasione per farsi una carezza in più...
    le tue foto sono bellissime. Sappilo :D

    RispondiElimina
  4. Come facevi a sapere che ho una confezione di cialde di riso che erano in cerca di ispirazione?
    Poi con la cottura in forno ci vado a nozze e per me è quasi meglio di San Valentino :-P
    Baci alla tenera famiglia!

    RispondiElimina
  5. sarà anche difficile, ma sono delle foto stupende e tenerissime. quelle manine e quegli occhietti.. meravigliosi!!!

    RispondiElimina
  6. Come sempre mi conquisti con le tue parole, adorando questo allure di serenità che aleggia nella vostra casa!
    Un bacio speciale

    RispondiElimina
  7. San Valentino noi non lo festeggiamo...lo rovo un festa consumistica, però preparare da sè le cosine sfiziose è un gesto carino...^_^

    RispondiElimina
  8. Di recente ho trovato qui anche io queste rice paper tailandesi e dalle foto direi che sono uguali alle tue, ho fatto gli involtini di verdura fritti, ma non mi sono venuti croccanti e friabili come quelli che si mangiano al cinese, mi sembrava di mangiare plastica, insomma non si spezzavano facilmente, bisognava tirare... avro' sbagliato qualcosa ma mi piacerebbe riprovare con l'altro pacchetto, forse dovevo farcirli di meno... ciao!

    RispondiElimina
  9. Meravigliose le foto.Ho anche io due manine che vogliono sempre partecipare.Involtini primavera al forno?Si, anche per me!

    RispondiElimina
  10. Ma quanto sarete belli. Davvero.
    Vi abbraccio forte :)

    wenny

    RispondiElimina
  11. Il testo è molto bello ;la ricetta
    invongliante.
    Un modo stupendo per festeggiare San Valentino.

    RispondiElimina
  12. ...anch'io sto nel mezzo...allora buon san valentino!
    ma che carine quelle manine che rubano e quegli occhioni che scrutano! :-)

    RispondiElimina
  13. Sono assolutamente d'accordo con te, perchè non festeggiare l'amore con premure speciali?!?
    La ricetta? Una meraviglia?
    Un abbraccio,
    Sissa

    RispondiElimina
  14. Ti vorrei invitare al mio primo contest MANI NELLA MANITOBA, una raccolta di ricette con la farina manitoba...
    http://dolciedesserts.blogspot.com/2011/01/primo-contest-mani-nella-manitoba.html
    se ti va passa a dare un'occhiata... ti aspetto...

    RispondiElimina
  15. Ammetto che non amo molto questa festa e che ho evitato di girare per blog proprio il 14 per non farmi salire la glicemia :-) Ma ora devo dire che questo è uno dei post più carini che abbia visto. E quelle manine sono eccezionali. E poi Babette mi conquista ogni volta :-)
    Baic

    RispondiElimina
  16. Da quando conosco il Suddetto non ho potuto resistere alla tetazione di fare di S. Valentino un giorno speciale. Ogni anno organizzo qualcosa di strano,qualcosa che lo renda un giorno speciale, ovviamente la condizione fondamentale è che debba essere qualcosa fatto con le mie mani: quest'anno abbiamo mangiato una buonissima carbonara (?! si fa quel che si può) su una sellissima nuvola di coperte SOTTO IL TAVOLO.
    Si esatto, immagina un cristiano di qyuasi due metri e una gravida al settimo mese sotto il tavolo a mangiare la carbonara. E' stato comico e a modo suo indimenticabile certo,non so se proprio nel senso buono del termine ma...l'importante è stato vedere la sua faccia stupita e divertita quando salite le scale che portano al salotto dal garage si è visto questo tavolo trasformato in tendone al centro della sala!!!

    RispondiElimina
  17. Complimenti per il tuo blog...molto elegante...ti seguiro' volentieri...buona giornata!!

    RispondiElimina